Mondo bagno: lavabo da appoggio
 04/04/2019 08:46:16
Mondo bagno: lavabo da appoggio

Le stanze sono sempre più piccole, cerchiamo soluzioni furbe che ci permettano di guadagnare spazio o perlomeno di sfruttare al massimo quello che abbiamo. Tutte le stanze si riducono appunto, compreso il bagno. Ciò non significa che, per questo motivo, debba esserne penalizzato l’arredo! Ci sono infinite soluzioni al giorno d’oggi, è sufficiente fare la scelta giusta.  

I lavabi si suddividono in 3 tipologie: ad incasso, semincasso e da appoggio. Negli ultimi tempi il modello più utilizzato è quello da appoggio perché, pur necessitando di qualche accortezza, poiché essendo questo tipo di lavabi molto alto, è necessario calcolare in modo accurato l’altezza del piano dove andrà ad appoggiarsi per non superare i classici 85/90cm dei lavabi, presentano molti vantaggi: esteticamente parlando hanno un bellissimo impatto visivo, garantiscono inoltre un’elevata libertà compositiva perché lasciano libertà di scelta su forma, colore, rubinetteria accessoria ed infine e non per ultimo sono ottimi per risparmiare spazio! 

Questo tipo di lavabo si presta bene ad essere inserito in nicchie o ad essere appoggiato a mensole. In questo modo è possibile recuperare tutto lo spazio sottostante rendendo per esempio una piccola lavanderia o un bagno di servizio super funzionali. 

                                                      

I lavabi da appoggio sono perfetti per essere inseriti in quegli angoli che solitamente non vengono utilizzati. Rimasugli di spazi o spazi non sufficienti ad accogliere il classico lavandino, vengono subito risolti con grazie ad una piccola mensola, anche di forma particolare, e un lavabo circolare ed ecco che immediatamente quell’angolo tanto problematico diventa super funzionale.

                                                     

Altra soluzione efficace per risolvere uno spazio dalla forma non convenzionale è quella di scegliere un mobile o un piano d’appoggio circolare perché questa forma ha un ingombro ridotto come quello proposto da Arteba nella foto sotto: 

                                                      

Share This Post :